Share This:

 

 

Riguardo le emozioni che accompagnano scelta dell’abito da sposa ci sono molte credenze, la più radicata è che il fatto di trovarlo debba per forza essere legato a lacrime di commozione, oppure ad  un colpo di fulmine che  faccia esclamare :_  E’ LUI!!!!  Ma questa non è la regola…voglio condividere con voi  un estratto proveniente dalle lettere di due spose che ho avuto il piacere di seguire e che hanno  arricchito il mio angolo dedicato alle testimonianze, lì per motivi di spazio, non ho potuto pubblicare l’intero contenuto degli scritti ma mi sembrava interessante il modo quasi opposto in cui Gaia, la prima ed Alessandra,  la seconda, hanno affrontato la medesima situazione.

GAIA

Quando dovevo scegliere l’abito da sposa  ero molto emozionata, ma anche disorientata, non avevo le idee chiare, tranne che per un particolare: il mio abito doveva coprirmi le spalle …poi finalmente eccolo, era lui!!! Un corpetto e gonna particolarissimi, unici nel loro genere…non avevo mai visto nulla di simile, ma…a mia madre l’abito non piaceva! Vi lascio immaginare tutto ciò che scattó da quella fase.. vari ci penso bene, tentennamenti e ripensamenti…, DOVEVO andare all’altare, e solo IO  potevo decidere COME. Vi assicuro che in certi momenti non è facile, soprattutto perché una donna si lascia fuorviare facilmente quando è la madre stessa ad affermare un giudizio negativo. Comunque alla fine ho mantenuto la mia decisione ed ho scelto il vestito da sposa  che mi aveva colpito… non credevo  fosse possibile provare tanta emozione per un abito, ma..proprio come dicono: ” è un colpo di fulmine, quando lo indossi lo capisci !”…

 

ALESSANDRA

Nel percorso della scelta  dell’abito da sposa  mi era sempre stato detto che, quando avessi indossato “l’Abito giusto” l’avrei capito ma io , a differenza delle altre persone che ho incontrato o delle amiche che me l’avevano detto non riuscivo ad avere  questa sensazione…Dopo aver provato varie tipologie .di abiti finalmente ha cominciato a delinearsi nella mia mente ciò che desideravo ….e finalmente anch’io ho trovato il mio amato abito da sposa

 

Come avete potuto notare leggendo, per  Gaia il percorso è stato sicuramente vissuto in modo più emotivo, tra l’altro il parere contrario della mamma riguardo l’abito da sposa  prescelto  l’ha fatta andare completamente in crisi….e questa è un’altra delle cose su cui volevo portare la vostra attenzione, ogni donna, specie in un momento importante come la ricerca dell’ abito da sposa, tiene molto all’approvazione della mamma…anzi probabilmente è la persona che più influisce sulla decisione finale…il mio invito, quando si verifica un episodio del genere, è sicuramente di ponderare bene la scelta, ma se l’abito da sposa  “bocciato” continua a tornarvi in mente allora dovete andare fino infondo a dispetto di tutti i pareri negativi del mondo.

Per Alessandra invece la “folgorazione” non c’è stata…la sua è stata una scelta più pacata, quasi razionale senza conflitti ma probabilmente molto diversa dalle  attese  rispetto ai racconti delle amiche.

Perciò non aspettatevi sempre i fuochi artificiali! Ogni persona è diversa dall’altra come lo è ogni attimo della vita….scegliete un abito da sposa  che vi faccia sentire comode ed allo stesso tempo bellissime….

Durante la mia carriera però ho potuto notare un piccolo particolare, qualcosa che accomunava TUTTE le future  spose nel momento in cui avevano trovato il vestito da sposa  che poi sarebbe stato  il prescelto…. NON VOLEVANO PIU’ TOGLIERSI DA DOSSO IL CAMPIONE  DI PROVA!

Quando succede potrà  capitare che alcune di voi si commuovano, altre urlino il fatidico..E’LUI!!! ed altre ancora annuiscano in silenzio senza scomporsi, ma tutte indistintamente capirete di avere  finalmente davanti agli occhi l’abito più importante della vostra vita…